venerdì 14 marzo 2014

Recensione #18: Ti aspettavo (Wait for you #1) di J. Lynn

Buongiorno! 
Come state? Qui, la solita solfa: studio, studio e ancora studio! Quindi, non vi annoio! Anche perché questa storia andrà avanti fino a Luglio, poi... Libertà! 
Vi lascio con la recensione dell'ultimo libro che ho letto, e che non mi è piaciuto più di tanto... Un abbraccio!


Ti aspettavo (Wait for you #1) di 
J. Lynn
Titolo originale: Wait for you
Pagine: 396
Pubblicazione: 26 Febbraio 2013
Pubblicazione italiana: 16 Gennaio 2014
Editore: Nord
Prezzo cartaceo: 16.50 €
Prezzo e-book: 9.99 €
Trama: L'università è la sua via di fuga. Per cinque lunghi anni, dopo quella maledetta festa di Halloween, l'esistenza di Avery Morgansten è stata un incubo, ma adesso lei può finalmente ricominciare da capo. Tutto ciò che deve fare è arrivare puntuale alle lezioni, mantenere un profilo basso e - magari riuscire a stringere qualche nuova amicizia. Quello che deve assolutamente evitare, invece, è attirare l'attenzione dell'unico ragazzo che potrebbe mandare in frantumi il suo futuro... Cameron Hamilton è il sogno proibito di tutte le studentesse del campus: fisico atletico e ammalianti occhi azzurri, è il classico ribelle, dal quale una brava ragazza come Avery dovrebbe tenersi alla larga. Eppure Cam pare proprio spuntare ovunque, col suo atteggiamento disincantato, le simpatiche punzecchiature e quel sorriso irresistibile. E Avery non può ignorare il fatto che, ogni volta che sono insieme, il resto del mondo sembra scomparire, e lei sente risvegliarsi una parte di sé che pensava di aver perduto per sempre. Ma, quando inizia a ricevere delle e-mail minacciose e delle strane telefonate notturne, Avery si rende conto che il passato non vuole lasciarla andare. Prima o poi la verità verrà galla e, per superare anche quella prova, lei avrà bisogno d'aiuto. Ma la relazione con Cam sarà la colonna che la sorreggerà o lo "sbaglio" che la trascinerà a fondo?




Avery Morgansten, dopo aver passato le superiori in Texas ed essere stata derisa ed umiliata da tutti, decide di fuggire quando arriva l'ora di iscriversi al college. 
Nei primi capitoli troviamo una ragazza che ha paura un po' di tutto, che non ha amici e che arriva quindici minuti prima a tutte le lezioni, per paura di far tardi. 

Avery vuole tenere un profilo basso al college, finché non si scontra per caso con Cameron Hamilton, fuori l'aula di astronomia. Cam è un ragazzo bellissimo, che stenta il normale. Dopo essersi scontrata con Cam, Avery decide di sparire dalla sua vista e di non vederlo mai più. Finché non scopre che Cam abita nell'appartamento difronte al suo, e che ormai è impossibile non vederlo. 

Così inizia la storia un po' turbolenta di Cam ed Avery: Cam inizia ad informarsi su di lei, la definisce la sua ragazza, mentre Avery cerca di stargli il più lontano possibile. Non frequenta le feste, ha due amici contati e preferisce passare i weekend a studiare, invece che tornare a casa sua. 

Cosa la allontana da casa da spaventarla così tanto? 
Avery ha un passato non bello, anzi. Ma anche Cam non è da meno. I primi capitoli di questo libro mi sono piaciuti da morire, anche se all'inizio avevo qualche dubbio: l'autrice è J. Lynn, pseudonimo di Jennifer L. Armentrout. E sappiamo tutti che Jennifer L. Armentrout è l'autrice della saga Obsidian. E diciamocela tutta, Obsidian non mi è piaciuto per niente. Quindi, sapevo che questo libro non sarebbe stato una garanzia, anche se era del tutto diverso dalla saga precedente. 

Dopo aver scoperto il passato di Avery, il libro mi è sembrato molto simile a Speak - Le parole non dette di Laurie Halse Anderson. E Speak, per me, è uno dei migliori libri che abbia mai letto. 

Non voglio mettere a confronto le due autrici, ma non posso non farlo: J. Lynn ha deciso di trattare un argomento pesante, in questo libro, la violenza sessuale. La stessa cosa, ha fatto Laurie Halse Anderson. 
Ma J. Lynn l'ha trattato quasi con superficialità, dando la precedenza alla storia d'amore di Cam ed Avery, che sì, era importante anche quella, ma io l'avrei preferita in secondo piano. 

Il libro non è brutto, ma non posso fare a meno di dargli tre stelline. L'idea di partenza era bella, ma poi non mi ha entusiasmata più di tanto. 


Wait for you SAGA:
1 Ti aspettavo, 16 Gennaio 2014 
1.5 INEDITO IN ITALIA (Trust in me, 22 Ottobre 2013)
2 INEDITO IN ITALIA (Be with me, 4 Febbraio 2014)
3 INEDITO (Stay with me, 2 Settembre 2014)

2 commenti:

  1. L'ho letto anche io, molto carino. Io adoro la Armentrout!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che io con l'Armentrout ho un passato di odio/amore incondizionato.
      Ti aspettavo non mi è dispiaciuto per niente, ma pensavo di meglio!

      Elimina