mercoledì 16 agosto 2017

Recensione #85: The Winner's Curse - La maledizione di Marie Rutkoski



The Winner's Curse - La maledizione di 
Marie Rutkoski
Titolo originale: The Winner's Curse
Pubblicazione: 4 Marzo 2014
Pubblicazione italiana: 27 Luglio 2017
Editore: Leggereditore
Prezzo cartaceo: 12.99€
Prezzo e-book: 1.99 €
Trama: In quanto figlia di un potente generale di un vasto impero che riduce in schiavitù i popoli conquistati, la diciassettenne Kestrel ha sempre goduto di una vita privilegiata. Ma adesso si trova davanti a una scelta difficile: arruolarsi nell'esercito oppure sposarsi. La ragazza, però, ha ben altre intenzioni... Nel giovane Arin, uno schiavo in vendita all'asta, Kestrel ha trovato uno spirito gentile e a lei affine. Gli occhi di lui, che sembrano sfidare tutto e tutti, l'hanno spinta a seguire il proprio istinto e a comprarlo senza pensare alle possibili conseguenze. E così, inaspettatamente, Kestrel si ritrova a dover nascondere l'amore che inizia a sentire per Arin, un sentimento che si intensifica giorno dopo giorno. Ma la ragazza non sa che anche il giovane schiavo nasconde un segreto e che per stare insieme i due amanti dovranno accettare di tradire la loro gente o altrimenti tradire sé stessi per rimanere fedeli al proprio popolo. Kestrel imparerà velocemente che il prezzo da pagare per l'uomo che ama è molto più alto di quello che avrebbe mai potuto immaginare...

mercoledì 9 agosto 2017

Recensione #84: Regina Rossa (Red Queen #1) di Victoria Aveyard


Regina Rossa (Red Queen #1) di 
Victoria Aveyard
Titolo originale: Red Queen
Pubblicazione: 10 Febbraio 2015
Pubblicazione italiana: 1 Giugno 2015
Editore: Mondadori
Prezzo cartaceo: 15.99 €
Prezzo e-book: 7.99 €
Trama: Il mondo di Mare Barrow è diviso dal colore del sangue: rosso o argento. Mare e la sua famiglia sono Rossi, povera gente, destinata a vivere di stenti e costretta ai lavori più umili al servizio degli Argentei, valorosi guerrieri dai poteri sovrannaturali che li rendono simili a divinità. Mare ha diciassette anni e ha già perso qualsiasi fiducia nel futuro. Finché un giorno si ritrova a Palazzo e, proprio davanti alla famiglia reale al completo, scopre di avere un potere straordinario che nessun Argenteo ha mai posseduto. Eppure il suo sangue è rosso… Mare rappresenta un'eccezione destinata a mettere in discussione l'intero sistema sociale. Il Re per evitare che trapeli la notizia la costringe a fingersi una principessa Argentea promettendola in sposa a uno dei suoi figli. Mentre Mare è sempre più risucchiata nelle dinamiche di Palazzo, decide di giocarsi tutto per aiutare la Guardia Scarlatta, il capo dei ribelli Rossi. Questo dà inizio a una danza mortale che mette un nobile contro l'altro e Mare contro il suo cuore. Regina Rossa apre una nuova serie fantasy vivida e seducente dove la lealtà e il desiderio rischiano di esseri fatali e l'unica mossa certa è il tradimento.

sabato 5 agosto 2017

Let's talk about... #17: TV Series: Game of Thrones, Doctor Who, Genius, Friends from College



Oggi parliamo di quella passione spasmodica che ha rovinato la mia vita sociale e non poco, cioè le serie TV.
Ne ho molte troppissime in arretrato, e sto cercando di fare del mio meglio per recuperare tutto, prima che inizi l’autunno che porta con sé nuove serie/stagioni.

Cosa sto guardando al momento? 

Sono e sarò sempre in pari con Game of Thrones, perché proprio non posso perdermi una puntata. Primo, perché non voglio. Secondo, perché ci sono spoiler ovunque! Maledetti.
Preciso che non ho letto i libri, ma per ora sono fedele alla serie della HBO. Iniziamo con le prime tre puntate. Jon e Sansa sono finalmente a casa, dove l’inverno sta per arrivare. Cersei dopo la bomba è sul trono, spalleggiata dal suo amato fratello. Sam invece è nella Vecchia Città insieme a Gilly e il suo bambino, e studia per diventare Maestro. Mi soffermo su Sam, perché per me ha un ruolo fondamentale in questa stagione. Infatti, andando avanti con le puntate, Sam scopre che il Vetro di Drago è l’unica cosa che riesce ad uccidere gli Estranei, che stanno incombendo con il loro esercito. Dove si trova il Vetro di Drago? Ovviamente a Dragonstone. E chi c’è a Dragonstone? La nostra amata Daenerys, con il suo esercito di Immacolati e il suo Primo Cavaliere: Tyron. C’era una scena che aspettavo con impazienza, del resto come metà della popolazione che guarda GoT: l’incontro tra Daenerys e Jon. L’ho apprezzato? Molto. Non mi aspettavo chissà cosa, ma so che quelle due teste messe insieme faranno scintille. La fan girl che è in me li shippa come non mai, la ragazza razionale sa che non è possibile (anche se tutto è possibile, in GoT). Ma di certo non voglio soffermarmi su loro due. E’ tutto il contorno. L’inverno che sta per arrivare, una Cersei sempre più spietata, il ritorno a casa di Bran e Arya, ora pronta davvero a rivendicare la sua famiglia. Sono invece orgogliosa e Team Sansa fino al midollo. Una Regina, che non fa altro che ricordarmi Catelyn, puntata dopo puntata. Voto 8


Il Dottore è tornato, e insieme a lui la sua nuova companion: Bill.
Ho aspettato tanto per vedere la decima stagione di Doctor Who: sarà perché è stata l’ultima di Capaldi, e volevo posticipare il più possibile l’addio. Anche se – come sempre -, sarà a Natale.
Twelve è arrivato, e lo capiamo dalla prima puntata. Non può muoversi, insegna all’Università e sotto di essa tiene un caveau con un prigioniero. All’inizio tante cose non mi erano chiare, ma poi pian piano sono iniziate a venire a galla.
Il Dottore e Bill – sottovalutata all’inizio, adorata alla follia alla fine -, iniziano così il loro viaggio. Ma più che viaggiare nel tempo, questo è un vero e proprio viaggio nelle viscere e nei pensieri più nascosti del Dottore. Nella sua vita. E’ consapevole che sta per andarsene, ma non vuole.
Le citazioni che ci hanno riportato indietro (vedi Ten e Eleven), mi hanno fatto venire i brividi e piangere come una bambina. Ma del resto, Doctor Who mi fa sempre piangere. Credo invece che Bill sia stata sfruttata poco. Il suo personaggio poteva essere messo più in risalto. Mi è piaciuta, ma è sempre stata offuscata dal Dottore. Cosa che secondo me non è successa per gli altri companion, come Rose Tyler, Clara e i Pond.
Ora, aspetto con trepidazione lo speciale di Natale, - pronta a disperarmi -, ma anche ad esultare, perché gente, stavolta The Doctor sarà una fantastica donna, e non sto più nella pelle! Voto 7


Albert Einstein e la sua vita.
La sua vita travagliata a causa dei suoi pensieri che non potevano esistere, a causa del nazismo che stava prendendo piede proprio in quegli anni.
Genius è una serie che ho iniziato per caso, forse ammaliata dal cast: Joffrey Rush, masterpiece. E dopo la prima puntata, non sono riuscita a fermarmi. Va a fondo (per quanto sia romanzata), alla vita privata del Genio indiscusso della Fisica. E quando si intreccia Genio – Documentario – Vita privata, vado fuori di testa. E’ bello venire a conoscenza di determinate cose, che prima ignoravo beatamente. Tipo che senza Mitza (la prima moglie di Einstein), lui non avrebbe scoperto molte cose. Non sarebbe arrivato dove è arrivato. E proprio grazie a Genius ho scoperto un altro Genio, una Donna con la D maiuscola, e sono andata alla ricerca di notizie su Mitza. Assolutamente fantastica.
Genius è una serie della National Geographic, ed ogni stagione tratta di un Genio in particolare. La prima è stata dedicata ad Einstein, mentre la seconda sarà incentrata su Pablo Picasso. Non. Vedo. L’ora. Di. Vederla. Voto 8


Originale Netflix, sono stata conquistata da Friends from College.
Non sono tipa da serie tv comiche, ma mi serviva qualcosa di tranquillo e leggero.
Altro che tranquillo e leggero! L’ho divorata in una giornata.
Ci troviamo a New York, dove Ethan e Lisa si sono appena trasferiti. Si sono conosciuti al College, si sono sposati ed ora stanno provando ad avere un bambino. Decidono di trasferirsi perché NY è la città delle opportunità, ed a ospitarli è proprio un’altra amica del College: Marianne. Una matta scatenata. A questo trio si aggiungono Sam, Nick e Max. Tutti amici del College, ora quasi quarantenni. Con le loro vite, il loro lavoro e le loro famiglie. Ma sempre legati da un filo invisibile. O ben visibile, sta a voi deciderlo.
Friends from College mi ha fatta ridere di gusto e arricciare il naso nello stesso tempo. Mi è piaciuta parecchio, e la consiglio vivamente. Se avete una mezz’ora da perdere la sera e non volete nulla di esagerato, guardatela! Voto 7
 

Per quando riguarda altre serie, devo dire che sono un po’ bloccata.
Ho iniziato How to get away with a murderer, perché sono capitata per caso su Rai 4 alle 4 di mattina, e stavano trasmettendo delle puntate. Visto che la prima stagione è su Netflix, l’ho iniziata. Ora sono alla terza puntata, ma vado un po’ a rilento.
Ho visto la 1x01 di The Handmaid’s Tale, e… non saprei. Non so proprio cosa dire. Mi ha lasciata sia affascinata che perplessa, e per ora non sono andata avanti. Pareri?

Voi, cosa state guardando di bello? Mi consigliate qualche bella serie TV?
Buon sabato sera!

venerdì 4 agosto 2017

Recensione #83: Sinner (The Wolves of Mercy Falls #4) di Maggie Stiefvater



Sinner (The Wolves of Mercy Falls #4) di 
Maggie Stiefvater
Pubblicazione: 1 Luglio 2014
Pubblicazione italiana: 20 Novembre 2015
Editore: Rizzoli
Prezzo cartaceo: 14.99 €
Prezzo e-book: 7.99 €
Trama: Cole St. Clair è tornato. Il carismatico cantante dei NARKOTICA, scomparso dalla scena dopo essere crollato sul palco in overdose, fa la sua ricomparsa a Los Angeles. È stato assoldato dalla regina delle webTv, Baby North, per un reality sulla produzione di un nuovo album, ma in realtà è a Los Angeles, perché lì vive Isabel, il suo amore di sempre. Cole si è disintossicato, anche se non ha smesso di iniettarsi la sostanza che lo fa diventare lupo. Trasformarsi gli evita di pensare, di dover affrontare la vita, i legami: è una droga anche quella, insomma. Isabel, che a Los
Angeles studia per prepararsi alla facoltà di medicina e lavora in una boutique di tendenza, accoglie il ritorno di Cole con sentimenti contrastanti. È l’amore della sua vita, ma le ha spezzato il cuore. Ritrovarsi non è facile. Per Isabel dimenticare il passato e fidarsi di Cole è una sfida; per Cole la sfida è accettare i propri sentimenti, senza droghe e senza trasformazioni.


martedì 1 agosto 2017

Recensione #82: Il contratto (The Campus Series #1) di Elle Kennedy



Il contratto (The Campus Series #1) di 
Elle Kennedy
Pubblicazione: 24 Febbraio 2015
Pubblicazione italiana: 5 Agosto 2016
Editore: Newton Compton Editori
Prezzo cartaceo: 4.99 €
Prezzo e-book: 0.99 €
Trama: Hannah Wells è una studentessa modello. Una di quelle ragazze intelligenti che al college non godono di alcuna popolarità. Ora si è presa una bella cotta per il ragazzo più fico della scuola, ma c’è un problema: per lui Hannah non esiste. Come riuscire a farsi notare? Garrett Graham è un bad boy, ed è anche uno dei ragazzi più popolari della scuola, grazie alle sue imprese sul campo da hockey. Ma le speranze di un grande futuro rischiano di andare in fumo perché i suoi voti sono troppo bassi. Avrebbe bisogno di un aiuto per superare l’esame di fine semestre e poter diventare un giocatore professionista… E allora è naturale che i due stringano un patto. Hannah sarà la tutor di Garrett fino alla fine dell’anno. In cambio, Garrett fingerà di uscire con lei per accrescere la sua fama: a quel punto tutti la noteranno di sicuro. Ma qualcosa va storto e quel bacio in pubblico, tra Hannah e Garrett, non sembra poi così falso…

lunedì 31 luglio 2017

It's Monday! What are you reading? #28



Non mi dilungo con le spiegazioni... è strano per voi quanto per me tornare qui, nel mio angolino. Quindi, vorrei iniziare alla grande, proprio quando tutti vanno in vacanza, io decido di riprendere in mano un po' le redini di questo piccolo spazio, senza dilungarmi troppo! 



Cosa ho finito di leggere? 

Ho appena finito Il Contratto di Elle Kennedy, a breve arriverà la recensione! Mi è piaciuto? Non mi ha fatta impazzire, ma non era male... 



martedì 2 maggio 2017

Recensione #81: Potrei morire di te (Piacere russo #1) di Malia Delrai



Potrei morire di te (Piacere russo #1) di
Malia Delrai
Pubblicazione: 24 Dicembre 2014
Editore: Delrai Edizioni
Prezzo cartaceo: 8.99€
Prezzo e-book: 2.99€
Trama: Quando Selene viene venduta a un uomo bellissimo e affascinante, non può credere che sarà lui a iniziarla ai piaceri del sesso, che ancora non conosce. Roman è russo, esponente di una potente mafia del Paese, e non è un uomo come gli altri. Lei l'ha capito al primo sguardo, capace di soggiogarla e schiacciarla con la sua forza. Il fascino potente che emana da lui la fa fremere e ricercare qualcosa di diverso nella vita; l'abitudine del passato non le appartiene più, non la soddisfa. Ritrovarsi nelle spire di un traffico di prostituzione non la abbatte, Selene si rialza, e per farlo si deve fidare di lui, Roman Aleksandrovic Nevskij, un carnefice che parla la sua lingua perfettamente e i cui occhi verdi la trapassano da parte a parte per sedurla.

mercoledì 26 aprile 2017

Recensione #80: Per dieci minuti di Chiara Gamberale



Per dieci minuti di
Chiara Gamberale
Pubblicazione: 20 Novembre 2013
Editore: Feltrinelli
Prezzo cartaceo: 13.60 €
Prezzo e-book: 6.99 €
Trama: Tutto quello con cui Chiara era abituata a identificare la sua vita non esiste più. Perché, a volte, capita. Capita che il tuo compagno di sempre ti abbandoni. Che tu debba lasciare la casa in cui sei cresciuto. Che il tuo lavoro venga affidato a un altro. Che cosa si fa, allora? Rudolf Steiner non ha dubbi: si gioca. Chiara non ha niente da perdere, e ci prova. Per un mese intero, ogni giorno, per almeno dieci minuti, decide di fare una cosa nuova, mai fatta prima. Lei che è incapace anche solo di avvicinarsi ai fornelli, cucina dei pancake, cammina di spalle per la città, balla l’hip-hop, ascolta i problemi di sua madre, consegna il cellulare a uno sconosciuto. Di dieci minuti in dieci minuti, arriva così ad accogliere realtà che non avrebbe mai immaginato e che la porteranno a scelte sorprendenti. Da cui ricominciare. Con la profonda originalità che la contraddistingue, Chiara Gamberale racconta quanto il cambiamento sia spaventoso, ma necessario. E dimostra come, un minuto per volta, sia possibile tornare a vivere.

mercoledì 1 marzo 2017

Recensione #79: L'amore di Audrey (Nel cuore di New York #4) di Alessia Esse



L'amore di Audrey (Nel cuore di New York #4) di 
Alessia Esse
Pubblicazione: 11 Dicembre 2016
Editore: AUTOPUBBLICATO
Prezzo cartaceo: 12.99 €
Prezzo ebook: 1.99 €
Trama: Lei finge di essere innamorata.Lui detesta l’amore.Il loro incontro cambierà la vita di entrambi.Ma nessuno dei due lo sa.A trentatré anni, Audrey Brenner ha un lavoro soddisfacente e remunerativo, un folto gruppo di amici, e un uomo perfetto al suo fianco. Audrey e Jim fanno coppia fissa da quattordici anni, e lei non potrebbe essere più felice. 
Ma si tratta di una finzione. Audrey, infatti, non è felice come gli altri pensano, e il suo amore per Jim non è più quello di una volta. La libraia dell’East Village è decisa a superare le difficoltà della sua relazione, e sembra riuscirci, almeno fino alla sera che cambierà per sempre la sua vita. 
Matthew Lane capita per caso sul cammino di Audrey. Schietto e cinico nei confronti dell’amore, non si fa problemi a dirle quello che pensa di lei e delle sue scelte. Quando il destino giocherà con entrambi, Audrey e Matthew si ritroveranno a fare i conti con il passato, con i propri errori, e con un sentimento unico e potente che minaccia di stravolgere ancora una volta le loro esistenze.

lunedì 27 febbraio 2017

Let's talk about... #15 | And the Oscar goes to...



A N D  T H E  O S C A R  G O E S  TO...

Ho cercato di vedere tutta la diretta… Inutile dirvi che dopo la prima oretta sono crollata lentamente tra le braccia di Morfeo. Eppure, non potevo non commentare la magica serata di ieri sera.
Quindi… Iniziamo! 



Justin Timberlake apre la serata cantando Can’t stop the feeling, e mette d’accordo un po’ tutti: dalla sua fidanzata Jessica Biel sbrilluccicava tutta, a Viola Davis, Meryl Streep, Viggo Mortensen e quella fantastica carezza fatta sul viso di Ryan Gosling potevo morire.
Subito dopo entra il nostro presentatore: Jimmy Kimmel. Devo dire la verità: non è uno dei miei presentatori americani preferiti, eppure non mi è dispiaciuto più di tanto. Ovvie le frecciatine tirate al Presidente Donald Trump, ma erano già cominciate con i tweet di Kimmel, con il Presidente ovviamente taggato. Kimmel inizia con le solite battute fatte ai nominati di quest’anno, nulla di così pesante devo dire. Quello che mi ha fatta commuovere realmente è stata – però -, la standing ovation fatta a Meryl Streep, arrivata alla sua ventesima candidatura agli Oscar. 

+

mercoledì 8 febbraio 2017

Let's talk about... #14 | Tv series (Sense8, Skam, Sherlock)


Buonasera, lettori! 
Tra la preparazione di un'esame all'altro le letture vanno un po' a rilento, quindi oggi ho deciso di proporvi delle piccole perle che ho scoperto da poco (tranne Sherlock), e ringrazio il caro, amatissimo, adorato Netflix che mi accompagna nelle notti buie, quando di studiare non se ne parla, ma nemmeno di dormire. 
Quindi, iniziamo!



S E N S E 8

Trama

Otto sconosciuti da diverse parti del mondo sviluppano improvvisamente una reciproca connessione telepatica. Appartenenti a diverse culture, religioni e orientamenti sessuali, scoprono quindi di essere dei sensate, persone con un avanzato livello di empatia che hanno sviluppato una profonda connessione psichica con un ristretto gruppo di loro simili. Mentre cercano di scoprire, disorientati, il significato delle loro percezioni extrasensoriali e iniziano a interagire a distanza tra di loro, un uomo, Jonas, si offre di aiutarli. Allo stesso tempo un'altra enigmatica figura, Whispers, da loro la caccia, sfruttando la loro stessa abilità, allo scopo di catturarli o ucciderli.


Il mio pensiero

L’ho iniziato per caso.
Ultimamente sono fedele soltanto alle vecchie serie TV, quelle che mi accompagnano ormai da anni, eppure… Sense8 mi chiamava suadentemente
Tati, guardami. Apri questi dodici episodi, sennò che diamine te lo sei fatta a fare l’abbonamento Netflix? 
Così è stato. Ho iniziato una mattina, per caso. Due giorni dopo, non sapevo nemmeno se fuori avesse piovuto o ci fosse bel tempo: mi sono guardata ben dodici episodi di Sense8 senza fermarmi un attimo. Okay che sono una series addicted, ma Sense8 mi è entrato nelle viscere. Pian piano mi sono innamorata – sì, letteralmente innamorata – di ogni personaggio. Non sono arrivata al punto di potere dire: “sì, quello è il mio preferito.” Perché non c’è. A modo suo, li adoro tutti. Dal primo all’ultimo.
Sense8 mi ha fatta viaggiare per il mondo, le culture, le tradizioni. In ogni posto, stavo bene. E volevo tornarci il prima possibile.
Una cosa che ho amato alla follia però, - lo devo ammettere -, c’è: le canzoni. Questa serie ha un carico emotivo di canzoni e emozioni che mi hanno fatta piangere più e più volte. Ho viaggiato così tanto, stando soltanto seduta sul letto nella mia camera.
Ho visto lo speciale di Natale incollata allo schermo, e non vedo l’ora di vedere la seconda stagione. Promosso appieno. 

lunedì 16 gennaio 2017

Recensione #78: Le notti di Seth (Nel cuore di New York #3) di Alessia Esse



Le notti di Seth (Nel cuore di New York #3) di
Alessia Esse
Pubblicazione: 22 Maggio 2016
Editore: AUTOPUBBLICATO
Prezzo cartaceo: 12,99 €
Prezzo ebook: 2.99 €
Trama: Un’isola.Due settimane.Una nuova opportunità.Di giorno, Seth Wilkinson è un brillante avvocato newyorkese che ha successo con le donne. Di notte, invece, Seth cerca di avere lo stesso successo con gli uomini, ma con effetti disastrosi. La sua bisessualità non è un problema, ma le cose non sono semplici come sembrano. Quando si tratta di uscire con un ragazzo, infatti, Seth diventa insicuro e impacciato.È anche per questo che il suo attuale obiettivo è dimenticare Charlie Harris, l’uomo che ha invitato a cena dopo due mesi di punzecchiamenti e battibecchi. Quella serata è indelebile nella mente dell’avvocato, assieme a Charlie e alle sensazioni che con lui ha provato per la prima volta. 
Allo scopo di togliersi il personal trainer dalla testa, e di buttarsi alle spalle l’ennesima delusione, Seth accetta di andare in vacanza con i suoi amici. Non sa, però, che anche Charlie è tra gli invitati.  
Quando i due si ritroveranno insieme su un’isola greca per due settimane, la scintilla che credevano spenta si riaccende, e Seth impara finalmente a lasciarsi andare alla luce del sole. 
Ma la vacanza è destinata a finire, e con essa la magia che i due hanno creato. 
Seth sarà in grado di superare le sue insicurezze? E i suoi sentimenti per Charlie sono davvero a senso unico? 

sabato 14 gennaio 2017

Look who's back



Non è strano. E' stranissimo. 
Ritrovarmi su questa piattaforma, tra i libri, le recensioni, le serie TV e le fanfictions. 
Sono sparita, e poi riapparsa per poco. Poi, sono sparita nuovamente, per poi riapparire con poche recensioni. Alla fine, ho abbandonato del tutto. Senza dare una spiegazione. 
Di spiegazioni da dare ce ne sono tante, forse troppe. Tutto ciò che è successo e che mi ha portata ad allontanarmi, non ha nulla a che fare con la blogsfera. La vita mi ha messa alla prova, e non poche volte. Anche ora, che sono qui seduta davanti al PC, nella mia camera e nella mia nuova città, le cose non vanno un granché bene. 
Quindi, cosa mi ha spinta a... tornare? 
Un periodo buio l'ho già passato - di certo - non buio come gli ultimi tre anni. E' stato più o meno quattro anni fa. Dal 2010 al 2012 mi sembrava che una via d'uscita non ci sarebbe mai stata. Allora no iniziato a pensare, e a chiedermi come fossi riuscita ad uscire da quel vicolo buio. E la risposta è arrivata subito: scrivevo, leggevo, avevo aperto questo piccolo spazio virtuale. Tutto mio. Qui nessuno mi poteva intaccare, nessuno poteva dirmi nulla: era il mio posto sicuro. Creato con le mie stesse mani, curato da me ogni giorno. E' stata una vera e propria terapia, all'epoca. 
Spero che possa esserlo anche ora, che è iniziato il nuovo anno e le cose sembrano non andare mai nel verso giusto. Ma ho deciso di accantonare il pessimismo in un angolino della mia testa (ci sarà sempre) e uscirne da sola, con tutte le mie forze. 
Quindi, sono tornata. Non voglio più lasciare a marcire il mio piccolo posticino, creato con amore e dedizione ormai quattro anni fa. 
Certo, sarà difficile. Sono del tutto estranea a quello che sta succedendo nella blogsfera, soprattutto in questi ultimi due anni. Le uscite, le nuove rubriche, i GA... ma cercherò di rimettermi in pista, più in forza che mai! 
Quindi... welcome back!