mercoledì 22 gennaio 2014

Recensione #4: Losing It (Losing It #1) di Cora Carmack


Dopo aver passato cinquanta minuti in palestra, fra corsa e addominali, sono a pezzi. Non riesco neanche a mettermi seduta sulla sedia! E oltre la palestra ci si mette lo studio, i libri che devo/voglio leggere, le serie TV infinite che seguo, e che sembrano andare in onda tutte nello stesso periodo! Ma perché? Quanto mi lamento, lo so. Mamma lo dice sempre. 

Pensiamo in positivo, con una bella recensione. Oh, aspettate! Il libro è bellissimo, la recensione... sta a voi decidere!

Losing It. Credevo che il cielo fosse azzurro di
Cora Carmack
Titolo originale: Losing It
Pagine: 269
Pubblicazione: 15 Ottobre 2012
Pubblicazione Italiana: 12 Dicembre 2013
Editore: Edizioni Anordest
Prezzo cartaceo: 11.82€
TramaBliss Edwards ha ventidue anni e le manca solo un semestre per finire il college. È intelligente e carina, ma tremendamente timida e insicura. Questa sua insicurezza la rende goffa e in particolare con i ragazzi non sa davvero come comportarsi. In più c'è un problema: è l'unica tra le sue amiche ad essere ancora vergine. Anzi, per lei non è esattamente un problema, però quando lo confessa a Kelsey, la sua migliore amica, questa non le lascia scelta: la situazione dev'essere risolta a tutti i costi. E il modo più veloce e semplice per perdere la verginità è l'avventura di una notte. Ma il suo piano si rivela tutt'altro che semplice. Quella sera Bliss incontra Garrick, un ragazzo stupendo con cui scatta subito una forte attrazione, ma arrivata al dunque, Bliss scappa via con una scusa a dir poco strampalata. Come se la cosa non fosse stata già abbastanza imbarazzante, il giorno dopo, a lezione, scopre che in realtà Garrick è Mr. Taylor, il suo nuovo professore di teatro...



Cora Carmack si è addentrata nel mondo del self-publishing, ed ha pubblicato appunto, Losing It. E' stato un successo straordinario, ed è stato pubblicato in Italia da 'Edizioni Anordest'. Avevo l'e-book in Inglese, bello lì, sul mio Kindle. Non avevo la minima idea che a Dicembre sarebbe uscito il libro cartaceo in Italiano. E l'ho comprato. Immediatamente. Mi sono innamorata di nuovo di Bliss e Garrick, come se fosse stata la prima volta. Bliss è una ragazza sveglia, che frequenta il college, ha una bella media, una vita sociale e degli amici. Il punto, è che un giorno decide di confessare alla sua migliore amica che è vergine. 
Nessun problema, Claire le dice senza mezzi termini che perderà la verginità quella sera, con un perfetto sconosciuto. Ecco, una botta e via. 
Così ha inizio la storia un po' tormentata di Bliss. Lei vuole crescere, ma la paura riesce sempre a fermarla. Finché si trova in un Pub, va in bagno e... In quel Pub, proprio quello, in mezzo al caos totale e gente ubriaca, incontra un uomo dio greco quanto sei bello che legge Amleto. Sul serio. Non fa finta, stava veramente leggendo Amleto. 
E Bliss ci mette due secondi per fermarsi ed iniziare a fissarlo. Sarà lui il fortunato con cui Bliss perderà la sua verginità? O no? 

Sì o no, lo sconosciuto ha un nome: Garrick Taylor. Il figo dei fighi. Il Re indiscusso. Ed è il professore di Bliss. Okay, già vi vedo! Non storcete le bocche! Garrick sostituisce per un po' il vero professore di Bliss e scatta la scintilla. Non vi dico cattiva Tati che cosa è successo dopo l'incontro al Pub, ma vi dico che i vostri ormoni faranno le capriole, leggendo la storia di quei due pazzoidi. Mettiamoci anche che Bliss è una bugiarda senza speranze, e Garrick cita Amleto almeno non le ho contate davvero, mille volte al minuto. Io li ho amati da impazzire. Ho amato il teatro e l'idea di Bliss di diventare un'attrice. Ho amato da impazzire il finale! Uno dei più smielati della storia, giuro! Roba da cavarsi gli occhi o di andare in giro con la bava alla bocca! 

Consiglio veramente questo libro, qualche ora tranquilla con quei soggetti ambigui. (Commento della mia migliore amica dopo aver letto il libro sotto mio stressatissimo strettissimo consiglio.) 

Nessun commento:

Posta un commento