giovedì 9 gennaio 2014

Recensione #2: Tutto ciò che sappiamo dell'amore di Colleen Hoover (Slammed #1)


Salve ragazze! Dopo aver passato un pomeriggio intero sui libri ed aver scoperto alle 19 che domani non devo andare a scuola, causa assemblea d'istituto, sono stanchissima, ma su di giri. Infatti la prima cosa che ho pensato è stata "Devo aggiornare il blog!" E come farlo meglio, se non con una recensione dell'ultimo libro che ho letto nel 2013? 
Oggi, fra l'ora di Letteratura e quella di Psicologia ho finito Dreamless di Josephine Angelini, e credo che vedrete a breve la recensione. Per ora, vi lascio con un libro stupendo di Colleen Hoover! 

Tutto ciò che sappiamo dell'amore di
Colleen Hoover 
Titolo originale: Slammed
Pagine: 337
Pubblicazione: 5 Gennaio 2012
Pubblicazione italiana: 19 Giugno 2013
Editore: Rizzoli
Prezzo cartaceo: 13.60€
Prezzo e-book: 9.99€
TramaLake arriva in Michigan dopo la morte del padre, rassegnata ad affrontare un nuovo, faticoso inizio. La risalita appare all'improvviso dolce grazie a Will, il vicino di casa, a sua volta costretto dalla vita a crescere in fretta. L'intesa è immediata, ma il primo giorno nella nuova scuola Lake scopre che il loro è un amore impossibile: Will è uno dei suoi professori - giovanissimo, ma dall'altra parte della barricata. Altrettanto impossibile allontanarsi, dimenticarsi, rinunciare: e così Lake e Will si parlano attraverso la poesia, anzi, le poesie, in pubblico ma in segreto, servendosi di uno slam - una gara di versi - per dirsi tutto ciò che devono e vogliono dirsi. Alla fine è qualcosa di molto semplice, di essenziale: tutto ciò che sappiamo dell'amore è che l'amore è tutto, come ha scritto Emily Dickinson a nome di tutti noi.



Non vi dico quanto ho impiegato per leggere questo libro! Sono rimasta totalmente delusa dal primo libro che ho letto di Colleen Hoover, 'Le Coincidenze dell'amore'. Avevo letto e visto su youtube recensioni fantastiche, ed ero pronta ad imbattermi in un libro bellissimo, ma niente. Diciamo che la storia così 'tragica' per me ha fatto cadere Colleen Hoover nel ridicolo, anche se la trama non era per niente male. 
E per paura di sbagliare anche con 'Tutto ciò che sappiamo dell'amore', sono partita con molti pregiudizi. 
Per fortuna questo libro è totalmente diverso da 'Le Coincidenze dell'amore'. Qui troviamo Layken, una ragazze che sta per compiere diciotto anni ed è distrutta dalla morte improvvisa di suo padre. Così, per superare tutte le spese che servono a mantenere una famiglia, la mamma di Lake decide di trasferirsi Michigan, insieme ai suoi due figli. 
Lake è arrabbiata: oltre alla morte del padre, ora deve cambiare casa e iniziare l'ultimo anno in una nuova scuola. Lasciare gli amici, e trovarsene di nuovi. 
Ma è fortunata! Appena arriva nella nuova casa, un dolce ragazzo (hey, Will Cooper, perché non bussi anche al finestrino della mia macchina?) decide di aiutarla con il trasloco, e così iniziano a conoscersi. 
Bastano pochi giorni, e Lake ha già una cotta pazzesca per Will. Parlano, Lake gli racconta la sua storia e al loro primo appuntamento, decide di portarla ad uno slam di poesia. 
Cos'è lo slam? Una gara di versi, si svolge in una discoteca che il giovedì sera diventa una vera e propria arena
Will sale sul palco e legge la sua poesia, rivelando molte cose a Lake. Cose tristi, ma che la aiuteranno a capirlo di più. 
Ma le cose belle non durano per sempre, vero? Infatti il primo giorno di scuola, Lake incontra Will. Ed è il suo professore

Will non ha mentito a Lake non dicendoglielo, ma pensava che già andasse al college. Lake invece è senza parole, e alla fine racconta tutto a sua madre. 
Da qui inizia la parte un po' burrascosa del libro. La mamma di Lake, da brava madre, decide che deve smettere di vedere Will, anche se abita attaccato a loro. E il fratellino minore di Lake ci mette del suo per non farli stare lontani: diventa il migliore amico del fratellino di Will. E' impossibile non vedersi, eppure riescono a non parlarsi. Lo fanno soltanto in versi. Lake in classe, e Will ogni giovedì sera partecipando allo slam e obbligando i suoi ragazzi ad andarci almeno una volta. E Lake è sempre lì. 

Colleen Hoover questa volta non cade nel banale, anzi. Racconta la vita di due famiglie che ne hanno passate tante, ma proprio tante. Ma in tutta questa poesia, tristezza e un amore che non può esistere, riesce a darci un lieto fine. 
Lake è una ragazza forte, che riesce a rimboccarsi le maniche e superare tutto. Will invece è un uomo. E' dovuto crescere per forza, e ci è riuscito benissimo. Consiglio questo libro a tutti, e non vedo l'ora di leggere il seguito, che Rizzoli ancora non pubblica... ovviamente me lo procurerò in Inglese! 

3 commenti:

  1. ciao, bella recensione, ho sentito molto parlare di questo libro e a quanto pare sta piacendo a molti, Io non l'ho ancora letto, diciamo che mi sto trattenendo un pò dal comprare libri dato che ho le mani bucate in questo XD...comunque ho letto che studi psicologia, io ho frequentato il liceo socio-psico-pedagogico, anche tu?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Sono felice che la recensione ti sia piaciuta! E' un libro da leggere, ma ovviamente se aspetti un po' non c'è niente di male! Studio Psicologica, e frequento l'ultimo anno al Turistico. Quella che studio io è Psicologia riguardo i Mass Media e i comportamenti in ambito lavorativo, purtroppo non la approfondiamo più di tanto!

      Elimina
    2. si, figurati, io ho studiato al socio-psico-pedagocico e alla fine non è che abbiamo approfondito più di tanto, il fatto è che si studiano tutte le cose sulla psicologia ma comunque superficialmente...

      ah, comunque, passa per il mio blog se ti va, ti ho taggata nel tag"thank you"...spero ti faccia piacere :)

      Elimina