martedì 7 ottobre 2014

Recensione #56: Mystic City (Mystic City #1) di Theo Lawrence



Mystic City (Mystic City #1) di
Theo Lawrence
Titolo originale: Mystic City
Pagine: 390

Pubblicazione:
9 Ottobre 2012

Pubblicazione italiana:
17 Giugno 2014

Editore:
Mondadori Chrysalide

Prezzo cartaceo:
14.99 €

Prezzo e-book:
4.99 €


Trama: In una New York sommersa dall'acqua a causa del riscaldamento globale, i quartieri sono rigidamente divisi: Aire, la zona più elevata è abitata dai ricchi, mentre la classe inferiore è costretta a vivere nel degrado del livello più basso, Abyss. La sopravvivenza della città è garantita dall'energia generata dai Mystic, rappresentati dalla classe inferiore dotati di poteri magici. Ma i mystic sono un potenziale pericolo, e per contenere la loro minaccia le due famiglie rivali che governano New York si alleano: Aria e Thomas, i rispettivi figli, dovranno sposarsi. Ma Aria si innamora di Hunter, un mystic ribelle e appassionato rivoluzionario, determinato a cambiare il destino del suo popolo. Un amore proibito è destinato a portare lutti e dolore, ma anche a travolgere per sempre la vita di Aria e del mondo stesso. 




Siamo in una New York sommersa d’acqua. Siamo ad Aire, uno dei quartieri più belli e rinomati di NY: bella gente, soldi, feste. E poi, scendiamo ad Abyss: qui non c’è bella gente, qui nessuno è ricco e qui vivono persone povere: i mystic.
I mystic hanno poteri magici, sono in grado addirittura di uccidere una persona. Per questo motivo, c’è bisogno di un po’ di pace. Le due famiglie di spicco di Aire sono i Foster e i Rose. Si mettono d’accordo, ed insieme decidono di far sposare i loro due figli: Aria Rose e Thomas Foster.
Aria si sveglia dopo un’overdose di Stic, e non ricorda più nulla. Non ricorda perché deve sposare Thomas, perché i suoi genitori sono alleati dei Foster, e tante altre cose. Però, vuole cercare di ricordare. Vuole provare quello che provava prima per Thomas. Vuole una spiegazione alle lettere che ha trovato nel suo cassetto, che rivelano tutto l’amore che lei e Thomas provano.

“Cos’ho che non va? Che è successo alla mia vita? Riuscirò mai a prenderne il controllo?”

Peccato che alla fine quella non si rivela essere un’overdose, ma Aria scopre che i suoi ricordi sono stati alterati. Si reca ad Abyss, e lì conosce Hunter: un mystic dai poteri mortali, che fa di tutto per proteggere Aria. Ovviamente loro si innamorano, ed Aria scopre tutti i sotterfugi che la sua famiglia ha creato per non farle ricordare Hunter…
Insomma, l’idea di partenza è grandiosa. Theo Lawrence ci regala un mondo mistico, bello da far paura. Avere grandi idee è una cosa, ma metterle su carta è un’altra. E credo che Theo Lawrence non ci sia riuscito così bene. Ho trovato Aria quasi troppo noiosa. I suoi pensieri erano monotoni, e così anche la sua vita. E purtroppo, l’intero libro è raccontato nella trama. Basta leggere quelle poche righe, ed avrete tutto il libro nella vostra testa. I genitori di Aria passano per i cattivi/subdoli di turno, ma nemmeno gli riesce bene. Anche per Thomas la stessa identica cosa, finché non viene trovato da Aria con le mani nelle tette di Gretchen. Purtroppo, la nota stonata c’è stata anche nella relazione tra Aria e Hunter: tu hai appena perso i tuoi ricordi, e non puoi provare quel feeling per un uomo (addirittura mystic!) che nemmeno hai mai visto in vita tua (o non ti ricordi). Ed Hunter è rientrato nella lista dei ragazzi che non vorrei mai avere.

“C’è qualcosa di talmente perfetto nel nostro abbraccio che non posso fare a meno di chiedermi se i nostri corpi non siano fatti l’uno per l’altro.”

Sicuramente non continuerò la saga.


10 commenti:

  1. Sto leggendo parecchie recensioni negative e mi dispiace perché il libro mi incuriosiva.
    Come te penso che la trama è pazzesca ecco perché non mi capacito del fatto che l'autrice non l'abbia sfruttata a dovere.. peccato :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, l'autore purtroppo non è riuscito nel suo intento. Non mi è piaciuto per niente :/

      Elimina
  2. oddio, due stelline D: io sono curiosa, ma dopo tutte queste recensioni nì e negative non saprei çwç vorrei provare, ma mi scoccia se devo esasperarmi per 400 pagine!

    RispondiElimina
  3. Questo libro mi ispira, ma non così tanto da dire 'lo voglio ora, subito'!! Anzi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetta, almeno quando la tua WL si sarà sfoltita di un bel po' :)

      Elimina
  4. Ecco U_U stesso mio identico pensiero! Una bella idea sfruttata male :/ insomma, una delusione :(

    RispondiElimina
  5. All'inizio mi aveva vagamanete interessata, ma le recensioni mi hanno fatto capire che non fa decisamente per me :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, lascia stare. Concentrati su qualcos'altro!

      Elimina