domenica 7 settembre 2014

Recensione #48: Il tuo meraviglioso silenzio di Katja Millay



Il tuo meraviglioso silenzio di
Katja Millay
Titolo originale: The Sea of Tranquility
Pagine: 462
Pubblicazione: 13 Novembre 2012
Pubblicazione italiana: 2 Settembre 2014
Editore: Mondadori
Prezzo cartaceo: 14.90 €
Prezzo e-book: 6.99 €
Trama: Le sue dita non possono più correre sul pianoforte, il suo mondo pieno di note è diventato muto. Nastya era una promessa della musica, prima. Prima che tutto precipitasse, prima che la vita perdesse ogni significato. Da 452 giorni Nastya ha smesso di parlare, e il suo unico desiderio è tenere nascosto il motivo del suo silenzio. La storia di Josh non è un segreto: ha perso tragicamente i suoi cari, e solo nel recinto impenetrabile che ha costruito intorno a sé si sente al riparo dalla compassione degli altri e libero di dedicarsi in solitudine all'unica cosa che lo tiene in vita: intagliare il legno. Quando sembra non esserci più luce né speranza, Nastya e Josh si trovano e le sensazioni sopite esplodono dal corpo e dal cuore. Due lontananze si incontrano, cercando l'una nell'altra la forza per superare il passato e rinascere davvero.



“Odio la mia mano sinistra. Odio guardarla. Odio quando si blocca e trema, a ricordarmi che ho perso la mia identità. Ma la guardo comunque, perché mi ricorda anche che riuscirò a trovare chi mi ha portato via tutto. Ucciderà il ragazzo che mi ha uccisa, e lo farò con la mano sinistra.”


Lei è Nastya, ed ha un segreto.
Lui è Josh, e non ha più niente.
Ho scoperto Il tuo meraviglioso silenzio grazie ad Alessia Esse (autrice della Trilogia di Lilac), dopo aver letto il suo stato su Twitter. Seguo sempre i consigli di Alessia, perché per quanto riguarda i libri da consigliare, non sbaglia mai.
Quindi sono corsa in libreria, ho preso la copia di questo libro e volevo iniziarlo la prossima settimana. Perché io ho una regola: posso anche leggere due libri contemporaneamente, ma uno deve essere cartaceo, e l’altro in formato ebook. Il cartaceo già era in lettura – Unravel Me della Mafi -, però non potevo resistere più. Ho preso Il tuo meraviglioso silenzio e l’ho iniziato.

“Le cose brutte accadono di continuo; non aspettano il dopo cena.”

Mi aspettavo una storia d’amore, una storia adolescenziale, insomma, una storia. Eppure non era pronta ad una cosa del genere.
Katja Millay fa in modo che le parole ti entrino da ogni parte: mente, corpo, vene. Staccarmi da questo libro era diventato quasi impossibile.
Nastya per certi versi può sembrare una normalissima adolescente ribelle: corpo da favola, micro minigonne e vestitini, trucco nero, tacchi altissimi. Ad occhi esterni risulta una ragazza che se la tira troppo, ma dentro di lei invece c’è l’inferno. E non le solite paturnie adolescenziali: Nastya ha davvero il fuoco che le brucia dentro, e per non sputarlo tutto decide di smettere di parlare.
Ormai non parla da 473 giorni. Giorni di duro lavoro, per cercare di non fare uscire una parola dalla sua bocca.
Ma quella parola prima o poi esce, rompendo il suo silenzio. E la fa uscire di sua spontanea volontà, nel garage di Josh.
Quel ragazzo che ormai è solo, che ha una bolla di vetro che lo circonda, perché nessuno si permette di dirgli qualcosa. Josh è intoccabile. E Nastya è curiosa.
Inizia una storia fatta di parole e di silenzi che non pesano, fra i due protagonisti.
La Millay ci regala una storia tragica, ma a dir poco meravigliosa.
Era da tanto che non leggevo un libro del genere, che si merita appieno tutte le cinque stelline. Che deve stare per forza nelle vostre librerie, quindi correte a prenderlo!

“Se avessimo un telescopio, potrei mostrarti il Mare della Tranquillità.”


4 commenti:

  1. Questo libro non mi ispirava più di tanto, ma dopo che Alessia l'ha consigliato anche io mi sono incuriosita e l'ho messo in wishlist! Leggere un parere positivo non può che farmi piacere *__*

    RispondiElimina
  2. Mi unisco a Denise, dopo aver visto che Alessia Esse lo ha amato molto, anch'io mi sono incuriosita e dopo questa splendida recensione anch'io corro a metterlo in wishlist, non me lo farò sfuggire. Ogni tanto si viene fuorviati dalle cover e da pregiudizi, per fortuna esiste la possibilità di ricredersi e tirarsi uno schiaffo per svegliarsi :)
    Grazie per questa bella recensione Tati :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' fantastico Ale, ti piacerà di sicuro!

      Elimina