martedì 27 maggio 2014

Recensione #33: The Saint (The Original Sinners: The White Year #1) di Tiffany Reisz


Buonasera lettori!
Stasera posso solo dirvi che questa recensione non era nei miei programmi, ma volevo scriverla a tutti i costi. Scappo e vado a finire di studiare!


The Saint (The Original Sinners: The White Year #1) di
Tiffany Reisz
Pagine: 400
Pubblicazione: 24 Giugno 2014
Pubblicazione italiana: INEDITA
Editore: Mira Books
Prezzo cartaceo: 12.00 €
Prezzo e-book: 6.00 €
Trama (tradotta da me): Eleanor non ha mai conosciuto regole che non ha intenzione di infrangere. E’ stufa di sua madre, è confinata nella scuola cattolica e giura che non andrà mai più in Chiesa. Ma la prima volta che posa il suo sguardo magnetico su quello di Padre Søren Stears e la sua moto italiana è come la mattina di Natale. Improvvisamente la messa sembra diventare una gioia, e la sua punizione è il dolore che sente quando sono lontani. Lui è intelligente, perspicace e sembra conoscere Eleanor da una vita. Ma Eleanor sa che questo non è giusto. Fino a quando un grandissimo sbaglio costa ad Eleanor ogni cosa ed è Soren ha tirarla fuori dai guai e salvarla. Il suo voto per ricompensarlo è dargli la sua totale obbedienza, e tutto un mondo si apre prima che lui le riveli i suoi più profondi segreti. Tutto sta per iniziare. 



Questo post non era in programma. Leggere The Saint non era assolutamente in programma.
Aspettavo l’uscita di questo libro per giugno, poi su ho letto una recensione di una ragazza italiana, e mi sono chiesta dove l’avesse letto/preso/comprato. Lei, gentilissima, mi ha detto che ha ricevuto una copia da Netgalley. Non sapevo cosa fosse Netgalley, nemmeno come funzionasse. Sapevo soltanto che volevo leggere questo libro. Dopo varie parolacce mandate a Netgalley, ho richiesto il libro. Ero convinta che non me l’avrebbero inviato. Mi ero iscritta quel giorno stesso, non sapevo nemmeno che scopo avesse Netgalley, eppure quando ho acceso il Kindle il giorno dopo, The Saint era lì. Questa non sarà una recensione sensata, vi avverto. Aspettavo The Saint da tanto. Dopo essermi innamorata di Nora e di Søren, dovevo sapere qualcos’altro.
The Saint è appunto un prequel. I primi quattro libri di Tiffany Reisz ci raccontano di Nora Sutherlin, una delle mistress più famose ed ambite a New York.
Eppure, chi era Nora Sutherlin prima?
Prima di Nora Sutherlin c’era Eleanor.
Eleanor è Elle, una ragazzina sedicenne che leggeva romanzi erotici chiusa nella sua camera. Che frequentava la scuola cattolica, che aveva una vita un po’ difficile.
Finché non arriva Søren.
E invece, chi è Soren? Soren è un prete, un prete quasi trentenne.

“A man with blonde hair and a god’s face”


Perché proprio Eleanor? Perché farle innaffiare una pianta morte per oltre nove mesi, per tutti i giorni dell’anno? Pioggia, neve, sole… Eppure Eleanor lo fa. Perché per Søren non è Elle, ma è Eleanor. E’ la ragazza di cui si è innamorato, quella dei suoi sogni, quei sogni che faceva insieme a Kingsley.

“Because there is nothing I wouldn’t do to protect you, Eleanor.
Nothing I wouldn’t do to help you and nothing I wouldn’t do to save you.
Nothing.”

Ve lo dico in poche parole: ho pianto, ho riso, ho attorcigliato le dita dei piedi quando Søren ha detto ad Eleanor di amarla.
Pensavo che la Nora degli anni rossi fosse una sfacciata, ma mi sbagliavo di grosso. L’Eleanor degli anni bianchi lo è ancora di più.
Leggere e capire il rapporto fra Eleanor e Søren, come si è evoluto e perché ha portato a tante scelte giuste o sbagliate.

“You can see it now” she said, her voice low and reverent.
“I love you, Little One.”

Ho amato questo libro. Tiffany Reisz non delude mai, nemmeno per i suoi finali, che purtroppo anche quelli non cambiano mai. Ti lasciano con il fiato sospeso, perché ne vuoi ancora, ancora ed ancora.
Ah, e preparatevi a conoscere il figlio di Kingsley, perché… beh, perché sì!  

“Home, in case you were wondering, is not Denmark not New York not Wakefield not any city, state or country. I’m home when I’m with you.”
Søren to Eleanor

1 commento:

  1. Io ho amato profondamente questo libro!!!!
    Mentre leggevo la prima serie mi dicevo sempre che erano libri bellissimi ma più andavo avanti, più Nora raccontava, più io volevo sapere del suo passato, di come si erano conosciuti lei e Soren e... fino al giorno in cui ho scoperto l'esistenza di questo libro! Come te sono impazzita per trovarlo e poi... come te "ho pianto, ho riso, ho attorcigliato i piedi.." che lettura ragazzi!

    RispondiElimina