lunedì 21 luglio 2014

Recensione #39: Infine tu (The Gamblers #1) di Lisa Kleypas




Infine tu (The Gamblers #) di 
Lisa Kleypas
Titolo originale: Then Came You
Pagine: 219
Pubblicazione: 30 Settembre 2003
Pubblicazione italiana: 1 Aprile 2014
Editore: Mondadori
Prezzo cartaceo: 8.50 €
Prezzo e-book: 4.99 €
Trama: Inghilterra, anni Venti dell'Ottocento. Impulsiva e bellissima, sempre disposta a infrangere le regole pur di dimostrare la propria indipendenza, Lily Lawson si diverte a scandalizzare la buona società londinese. E per salvare la sorella dall'indesiderato matrimonio con l'arrogante lord Alex, conte di Raiford, non esita a trattare il futuro cognato in maniera sfacciata e oltraggiosa. Ma la reazione dell'uomo non è quella che Lily si aspetta. Deciso a far pagare alla ragazza l'audace intromissione, Alex si comporta da quell'abile giocatore che è sempre stato: con modi gentili e soprattutto con il tocco più sensuale che sa usare riesce a legarla a sé anima e corpo. Senza immaginare che sarà poi lei a rubargli il cuore...

Di Lisa Kleypas avevo già letto qualcosa, tipo Sugar Daddy, Il diavolo ha gli occhi azzurri e Una calda estate in Texas. Li ho adorati tutti e tre, e quindi avevo aspettative altissime per Infine tu.
Libro ambientato in un’Inghilterra dell’800, dove la nostra protagonista – Lily Lawson, fa di tutto per farsi notare dalla buona società londinese. Infatti la Kleypas ci fa capire immediatamente che tipo sia Lily, cioè una ragazza sfrontata ed impulsiva.
Talmente impulsiva che è proprio lei stessa a decidere le sorti di sua sorella maggiore, salvandola da un matrimonio combinato. Infatti la sorella di Lily sta per sposare il conte di Raiford, ma purtroppo è ancora innamorata del suo ex migliore amico.
Per un periodo i genitori delle sorelle Lawson vivono nella tenuta Raiford, finché Lily non bussa alla porta, decidendo di passare un po’ di tempo lì, insieme a sua sorella.
Lily è talmente spigliata e sfrontata che non sembra per nulla una ragazzina che vive nell’ottocento, anzi. Leggendo il libro le parole di Lily erano quelle di una ragazza del ventunesimo secolo, sì, proprio dei giorni nostri.
Diciamo che la narrazione è molto tranquilla e scorrevole, secondo me più indicata ad uno sfondo moderno, che ad uno ottocentesco.
La protagonista cerca di distrarre il Conte con tutti i mezzi disponibili, cercando di farlo arrabbiare la maggior parte delle volte. Peccato che il Conte – a differenza di Lily – non è più un adolescente, anzi, sa bene come acciuffare una preda come Lily.
Inizia così un corteggiamento privo di fondamenta, nel quale Lily inizia a provare dei sentimenti sconosciuti, ed il Conte con lei.
Fra vari problemi i due riescono a portare avanti la loro storia clandestina, e forse anche ad amarsi. La sorella di Lily annulla il matrimonio, ormai consapevole di essere innamorata di un altro uomo.
Insomma, Lisa Kleypas è un’autrice magnifica, e su questo non ho dubbi. Eppure c’era qualcosa che non andava, in questo libro.
Forse mi aspettavo troppo, oppure pensavo che fosse tutta un’altra cosa.
Nel bene e nel male gli do le mie tre stelline, che poi così male non sono.


1 commento:

  1. <mi piace questa storia :) potrei leggerla prima della fine dell estate

    RispondiElimina