mercoledì 31 dicembre 2014

Recensione #70: The One (The Selection #3) di Kiera Cass




The One (The Selection #3) di 
Kiera Cass
Pubblicazione: 6 Maggio 2014
Pubblicazione italiana: 9 Settembre 2014
Editore: Sperling e Kupfer
Prezzo cartaceo: 16.99 €
Prezzo e-book: 4.99 €
Trama: La Selezione ha cambiato per sempre la vita delle trentacinque ragazze partecipanti. E ora, dopo mesi di prove, è finalmente giunto il momento di proclamare la vincitrice. Perché solo una di loro può aspirare alla corona. Per America Singer l'emozione e la confusione del suo primo giorno a Palazzo sono ormai solo un ricordo. Mai avrebbe immaginato di arrivare così vicino al traguardo, o al cuore del principe Maxon. Eppure per lei non è stato facile. Costantemente in bilico tra i suoi sentimenti per Aspen, guardia a Palazzo e suo primo amore, e la crescente attrazione per Maxon, ha dovuto lottare con tutta se stessa per arrivare dov'è ora. Adesso, a un passo dalla fine, America però non può più permettersi incertezze. Deve scegliere il futuro che vuole. E combattere. Prima che qualcuno lo faccia per lei.



No. Non ci siamo. La Selezione non è finita, e l’Elite continua. Le cinque ragazze che sono rimaste in gara per aggiudicarsi il cuore del Principe Maxon ce la stanno mettendo tutta.
Tutte, tranne America. Perché la nostra protagonista crede di avere tutto in pugno, quando non è così. E in più, aggiungiamo il povero Aspen che aspetta trepidante di vederla tornare.
Maxon è un uomo, un Re, e deve scegliere una ragazza da avere al suo fianco per il resto della sua vita, per questo non corteggia soltanto America. Passa del tempo con le altre ragazze, e scopre che c’è un’intesa che prima aveva cercato di assopire per America. Lei si rende conto dopo anni di cosa sta succedendo, e diventa la gelosa di turno. Vestiti scollati, spacco laterale, rossetto rosso: l’America che nessuno conosce.
Fuori dal Palazzo intanto c’è una guerra: le caste si stanno ribellando, soprattutto quelle che sono in basso. La Rivoluzione è alle porte, il Re non pensa a niente, se non a nascondersi insieme alla Regina nelle segrete del Palazzo per non farsi uccidere durante gli attacchi.
In The One è tutto molto confuso: un attimo prima crediamo di assistere ad una Guerra, l’attimo dopo i pensieri di un’adolescente prima donna ti fanno sanguinare le orecchie.
Se The Selection non mi era piaciuto, The Elite aveva assopito un po’ le acque… ma per quanto riguarda The One, non ci siamo proprio.
La fine è scontata, e di una stupidità enorme.
[INIZIO SPOILER] Come puoi far morire in due minuti il Re e la Regina, e subito dopo far sposare America e Maxon? E’ un’assurdità. Nemmeno hanno metabolizzato il lutto, la loro morte è stata descritta in un modo così osceno! [FINE SPOILER].
Ripeto: niente, non mi è proprio andato giù.
Due alberelli soltanto per il padre di America, il personaggio più sensato in quest’intera saga.
[INIZIO SPOILER] So che la saga non è finita, e che ci sarà la Selezione anche per la figlia di America e di Maxon. Quanto ci scommettete che uno dei partecipanti sarà il figlio di Aspen, e lei si innamorerà di lui? Scontatissimo. [FINE SPOILER]



1 commento:

  1. Assolutamente d'accordo, anche se ho dato mezzo punto in più. In realtà ero partita con tre stelline, ma dopo aver scritto la recensione mi sono accorda che c'erano molte cose che non mi sono piaciute..soprattutto il fanale!
    Ma seriamente? La Cass non può far morire il re in quel modo e risolvere tutto (risolvere per dire, non si risolve un accidente!). E poi Aspen che tutto ad un tratto si scopre innamorata di un'altra..ma quando è successo? O_O così, tanto per toglierlo di mezzo. MAH. io sinceramente non vorrei leggere il quarto libro, ma devo dire che sono curiosa perché mi piacerebbe capire se l'autrice rimedierà alle mancanze dei tre libri precedenti.

    RispondiElimina