mercoledì 23 aprile 2014

Recensione #27: The Juliette Society di Sasha Grey


Buonasera!
Lo so, in questo mese sono stata super-assente... Purtroppo Aprile mi ha letteralmente risucchiata, ma bando alle ciance! 
Grazie a Dio sono riuscita a portarmi avanti con le letture che mi piacciono, tralasciando le nuove uscite e dedicandomi ad altro. Il libro che sto per recensire fa parte dell'altra parte, ma purtroppo non mi è piaciuto per niente... 
Vi lascio alla recensione e vi mando un abbraccio enorme!



The Juliette Society di
Sasha Grey
Pagine: 282
Pubblicazione: 14 Maggio 2013
Pubblicazione italiana: 12 Giugno 2013
Editore: Rizzoli Controtempo
Prezzo cartaceo: 14.99 €
Prezzo e-book: 8.99 €
Trama: Catherine ha una vita piena e interessante, tra le lezioni universitarie di cinema e la vita con un fidanzato bello, intelligente e in carriera. Sembra tutto solido e sicuro, ma quando le assenze di Jack si fanno più frequenti e il lavoro gli toglie il tempo e le energie che prima dedicava a lei, Catherine si ritrova a vivere una solitudine in cui i sogni a occhi aperti possono volare oltre: oltre i ruoli imposti dalla società, oltre la morale comune, oltre i confini che lei stessa aveva sempre imposto ai suoi desideri. Così, partendo dalle suggestioni di film come Bella di giorno, Quarto potere, Eyes Wide Shut o La donna che visse due volte, Catherine inizierà a seguire il filo dei suoi più intimi palpiti e a entrare con la guida di Anna, un'amica libera e fidata, in un labirinto oscuro in cui il sesso è un gioco sempre più reale e pericoloso. Dare corpo agli abissi della fantasia, sfiorare il potere, lasciarsi volontariamente sottomettere diventano le tappe di un viaggio che spinge Catherine e Anna a tuffarsi in un gorgo di passione, a contatto con emozioni capaci di trasformare una donna per sempre: ma abbandonandosi a quel gorgo si può anche sprofondare e perdersi...



The Juliette Society è un libro che ho scoperto per caso, in un forum su Cinquanta Sfumature di Grigio. 
Perché ero un quel forum? Me lo chiedo anche io, giuro. 
Poi, ho scoperto che questo libro è stato scritto da Sasha Grey, per chi non lo sappesse, un'ex attrice pornografica statunitense
Insomma, devo dire che la trama mi ha affascinata molto, e volevo leggere a tutti i costi questo libro, e tralasciando letture più importanti, ho preso la copia elettronica ed ho iniziato la lettura.
Ve lo dico senza mezzi termini: The Juliette Society non ha una trama. Zero. Si parla di sesso, sesso ed ancora sesso. 
Catherine è una studentessa all'Università, fidanzata con l'uomo perfetto, gentile e che la ama da morire. Eppure, stravede per Marcus, uno dei suoi professori. 
In questo libro non riusciamo a caratterizzare bene né il personaggio di Catherine, né quello di Marcus: lui è un professore come tanti, mentre Cat stravede per lui, ed a ogni lezione immagina scenari diversi dove fanno sesso insieme. Insomma, vi lascio immaginare. 
Poi, Cat incontra Anna: nello stesso corso del professore irresistibile insieme a lei. 
Anna e Cat diventano amiche, finché la prima non le rivela cha ha una relazione con il professore, piena di dettagli osceni e succolenti per la mente di Cat. 
Diventano talmente inseparabili, che Anna decide di portarla insieme a lei in un posto: la Fuck Facotry. Il nome dice tutto, no? Un posto dove le persone vanno per fare sesso, nient'altro. 
Catherine è affascinata da questo mondo, e mentre si convince di amare immensamente il suo fidanzato storico, lo tradisce più volte e con diverse persone. 
Fino a quando una sera Cat viene portata alla Juliette Society. Una società dove persone illustri, attori, politici e persone famose nascondo il loro volto con una maschera, e si divertono. Tanto. 
Insomma, la mia opinione al riguardo è molto scettica, ancora: il libro - come già detto -, è privo di trama. 
Si parla di sesso estremo, delle idee e dei pensieri contorti della protagonista, e diciamo che non ho capito più di tanto dove voleva andare a parare Sasha Grey con questo libro. 
Non volevo nemmeno dare un voto a questo libro, ma do una stellina, giusto perché Sasha Grey ha perso tempo per scriverlo ed è riuscita a trovare un editore che lo pubblicasse. 

Nessun commento:

Posta un commento