venerdì 4 agosto 2017

Recensione #83: Sinner (The Wolves of Mercy Falls #4) di Maggie Stiefvater



Sinner (The Wolves of Mercy Falls #4) di 
Maggie Stiefvater
Pubblicazione: 1 Luglio 2014
Pubblicazione italiana: 20 Novembre 2015
Editore: Rizzoli
Prezzo cartaceo: 14.99 €
Prezzo e-book: 7.99 €
Trama: Cole St. Clair è tornato. Il carismatico cantante dei NARKOTICA, scomparso dalla scena dopo essere crollato sul palco in overdose, fa la sua ricomparsa a Los Angeles. È stato assoldato dalla regina delle webTv, Baby North, per un reality sulla produzione di un nuovo album, ma in realtà è a Los Angeles, perché lì vive Isabel, il suo amore di sempre. Cole si è disintossicato, anche se non ha smesso di iniettarsi la sostanza che lo fa diventare lupo. Trasformarsi gli evita di pensare, di dover affrontare la vita, i legami: è una droga anche quella, insomma. Isabel, che a Los
Angeles studia per prepararsi alla facoltà di medicina e lavora in una boutique di tendenza, accoglie il ritorno di Cole con sentimenti contrastanti. È l’amore della sua vita, ma le ha spezzato il cuore. Ritrovarsi non è facile. Per Isabel dimenticare il passato e fidarsi di Cole è una sfida; per Cole la sfida è accettare i propri sentimenti, senza droghe e senza trasformazioni.




Cole St. Clair è tornato.
E non è più il Cole di prima.

Siamo in California, lontanissimi da Mercy Falls. Cole è pronto a tornare alla ribalta, grazie ad un reality show. Viene contattato da Baby, che gli propone di vivere sei mesi in una villa, costantemente ripreso. Cosa ne può ricavare Cole? Ricominciare a fare musica, staccarsi dalla sua vita precedente.
Perché il Cole che abbiamo lasciato era un dipendente, un drogato.
Ma il nostro protagonista è realmente tornato per risollevare la sua carriera, o no?

Sempre a Los Angeles, troviamo Isabel.
La ragazzina che non ha più un fratello, quella con gli occhi tristi e il cuore di ghiaccio.
Sì, proprio quel cuore di ghiaccio che soltanto una persona riusciva a trafiggerle.
Cole piomba nella vita di Isabel da un momento all’altro. Vuole lei. Ha scelto lei, per la sua nuova vita. Ma questo a Isabel non va bene. Non la convince.
Conosce il vecchio Cole, sa chi è. Sa cosa ha fatto, e – soprattutto – sa cos’è. Un lupo.
Può fidarsi di nuovo?



Mi aspettavo tanto, tanto, tanto, tantissimo.
Volevo tornare dai lupi di Mercy Falls, ma niente. Forse ho avuto aspettative troppo alte, e mi sono ritrovata un bel libro – sì -, ma che non ha nulla a che fare con la saga.
Isabel era uno dei miei personaggi preferiti, e lo è stata anche in Sinner: con la testa sulle spalle, pronta a inseguire i suoi sogni. Anche se questo significa fare a meno di Cole. Una delle cose che mi ha fatta andare avanti nella lettura, è stata proprio la scrittura della Stiefvater. Posso non aver apprezzato molto la trama e il contenuto di Sinner, ma la scrittura della Stiefvater mi ha sempre lasciata incollata al libro.
Lo ritengo uno spin-off carino. Nulla di più.

Voi l’avete letto Sinner?
Cosa ne pensate?





2 commenti:

  1. Ho letto solo i primi due di questa serie, anni fa, e mi erano piaciuti molto. Riuscirò, prima o poi, a proseguire? Mah.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Shiver l'ho adorato!
      Ora ho in programma di leggere Raven Boys, ne ho sentito parlare benissimo!

      Elimina